Condominio ridotto -rifacimento danni al soffitto

Egr. Geom. Terracciano, Le invio l’ennesimo quesito .
Un condomino di una delle palazzine che costituiscono il mio condominio , avendo avuto il soffitto danneggiato da infiltrazioni provenienti dalla terrazza di copertura anni fa ed essendo stato deliberato da tempo il rifacimento del soffitto ma senza indicazione dei modi e dei costi, ha fatto effettuare il ripristino di quanto ammalorato senza presentare preventivo e senza comunicazioni di rito anticipando il denaro occorrente . A chi spetta il compito di recuperare le quote dei condomini sottostanti e del proprietario della terrazza? Se la deve sbrigare il condomino o l’amministratore ? e se un condomino non intende pagare la sua quota di chi è l’onere del recupero forzoso? La ringrazio anticipatamente e Le porgo cordiali saluti.


Egregio, buon giorno.

Il condomino danneggiato poteva sicuramente provvedere al ripristino del suo soffitto danneggiato dalle infiltrazioni provenienti dal lastrico in uso esclusivo, dal momento che pur essendo stato deliberato il lavoro, lo stesso, non era mai stato eseguito.

Anzi avrebbe dovuto provvedere già da tempo e poi farsi rimborsare presentando una fattura dei lavori eseguiti, anche perchè l’importo dei lavori avrebbe dovuto essere pagato dall’amministratore e l’addebito sarebbe dovuto avvenire in questa maniera:

1/3 della spesa a carico del proprietario che gode dell’uso esclusivo del lastrico

2/3, per tabella millesimale di proprietà riparametrata,  a carico di tutti i condomini, in proiezione,  ai quali il lastrico funge da copertura, quindi compreso il danneggiato.

Bisogna far prevalere il buon senso e risalire alle responsabilità, quindi meglio prendere atto dell’esasperazione del condomino danneggiato e ripartirsi la spesa, lui compreso.

Cordialmente

Geom. Oreste Terracciano

Precedente Inizio esercizio Successivo Dimissioni amministratore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.