Concetto di lavori urgenti

Vorrei un parere su questo problema.:

a dicembre 2013 alcuni condomini, abbiamo segnalato all’amministrazione un inizio di muffa  in un muro  all’ingresso del condominio, dopo ripetute  segnalazione non è  mai intervenuto.

Alla fine di aprile,  abbiamo visto un ponteggio e,  presumibilmente, l’amministratore si è  deciso ad intervenire.

In risposta ad una mia e-mail, relativa ai lavori che stava facendo senza  averci comunicato alcunché,  mi ha risposto che  trattandosi  di lavori urgenti ha proceduto senza la comunicazione in assemblea  anche perché un vicino confinante, estraneo al condominio, ha richiesto dei danni  sempre a causa della muffa,il vicino confinante ha richiesto già l’intervento a dicembre,  come avevamo fatto noi.

Secondo lei  questi sono lavori urgenti e quindi senza  l’intervento dell’assemblea? inoltre  è  coperto da assicurazione?

Sempre in questo periodo è  stata installata una ringhiera all’inizio delle scale  (io abito da 10 anni in questo condominio e non c’è  mai stata)  e come giustificazione,  sempre dietro richiesta, l ‘amministratore mi ha detto che lo ha dovuto fare  perché una persona ci è  cascata…..cosa ne pensa? grazie

Gentile lettrice, buona sera.

C’è poco da meravigliarsi su certi anomali e unilaterali modi di operare di tanti soggetti che si definiscono **amministratori di condominio**, questo lo dico anche quando, non è assolutamente il caso del suo condominio, si tratta di lavori urgenti ed improcrastinabili.

L’amministratore del suo condominio si è giustificato, in maniera GRATUITA direi, affermando che trattavasi di lavoro urgente ed improcrastinabile quando così non era.

L’amministratore ha l’obbligo di intervenire in questo modo, salvo riferire alla prima assemblea e farsi ratificare la spesa, solo, esclusivamente, nel caso di reale pericolo, come può essere il distacco di intonaco dalla facciata condominiale, distacco che potrebbe, nella caduta, provocare danni a persone o cose.

Nel caso esposto, invece, trattandosi di formazione di muffa e condensa, andava convocata l’assemblea in quanto c’era assolutamente bisogno di PERIZIARE e capire se il tutto era causato da sbalzi termici o da altre cause, per cui sarebbe stato quanto mai opportuno prevedere l’applicazione di un cappotto termico, invece……………, semmai il lavoro eseguito è solo di tamponamento.

Chi aveva subito danni, sicuramente andava risarcito.

L’assicurazione GLOBALE FABBRICATO, se non espressamente previsto, non risarcisce questo tipo di danni.

La ringhiera, per concludere, andava si installata ma dopo aver convocato l’assemblea, visto che non è stata mai presente dalla costruzione.

Cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente La villa dei desideri Successivo Pulizia scale e potatura a turno tra condomini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.