Comportamento incivile in condominio

Buongiorno geometra Terracciano. Riguardo al problema gentaglia del piano terra ti dissi che mettono le loro cose nel cortile condominiale, vivono e mangiano nel cortile condominiale come se fosse un villino, lasciano di frequente il portone e la porta del cortile spalancati, si siedono a petto nudo sul gradino del portone o si mettono con amici e parenti davanti al portone intralciando il passaggio, usano l’acqua condominiale per lavare il cortile e casa propria, (tra poco si fanno anche la doccia) ed altro ed ultimamente hanno cercato di forzare l’appartamento vuoto di fronte a loro sicuramente per impossessarsene e purtroppo la polizia non ha fatto in tempo a coglierli sul fatto e purtroppo non li si può accusare in quanto si rischierebbe persino la denuncia.

Dato che queste cose le ho segnalate all’amministratore attuale che per fortuna se ne và il 6 luglio, in pratica, lei non dovrebbe far rispettare il regolamento e il comportarsi civilmente imponendosi al proprietario che ha dato in fitto a questa gentaglia?

Sai cosa ha fatto… ha messo come punto della prossima riunione dove darà le dimissioni  ” Accertamento della vivibilità condominiale a seguito dell’arrivo della famiglia del piano terra, provvedimenti da intraprendere, accertamento e addebito dei danni; delibera consequenziale“….secondo me si è lavata le mani perchè se lei verrebbe a controllare lo stabile lo vedrebbe con i suoi occhi escludendo di beccarli quando usano l’acqua.

Secondo me non doveva metterlo come punto all’ordine del giorno perchè adesso sarò costretto a elencare di persona i problemi in discussione e mi auguro che mi appoggino anche gli altri condomini altrimenti non solo passo per il cattivo ma rischio che il proprietario vada a descrivere agli inquilini per quello che dirò con possibili conseguenze negative.

Io però sono stufo di tutto e pentito di aver acquistato al tempo l’appartamento e non mi tiro indietro e sono pronto anche a questo però non mi sembra giusto. Mi sento il capro espiatorio del male degli altri. Non poteva risolvere il problema senza metterlo all’ordine del giorno? Saluti – grazie

Buon giorno, carissimo, nessun disturbo, sai benissimo che mi puoi contattare tutte le volte che vuoi.

Credo che l’amministratore al quale ti sei rivolto, da me conosciuto, credo ma non ho certezze, sia la persona giusta per affrontare le persone che, in affitto, fanno i fatti propri incuranti degli altri condomini.

Concordo con te sulla assurda iniziativa dell’amministratrice, la quale avrebbe dovuto agire a prescindere, anche se non si può escludere un pizzico di timore che ha nell’affrontare certe persone INCIVILI.

Nella prossima assemblea, carissimo, visto che all’ordine del giorno ci sarà l’argomento DIMISSIONI, ti consiglio di intervenire e consigliare all’assemblea di accogliere le dimissioni dell’amministratrice, di nominare l’amministratore e di rinviare la discussione degli altri argomenti dopo la nomina del nuovo amministratore.

Secondo la logica prevalente, è perfettamente INUTILE affrontare il problema inquilini quando questo riguarderà il nuovo amministratore.

Quando sarà eletto il nuovo amministratore, chiederai di incontrarlo subito e gli riferirai del problema esistente, chiedendogli, appena possibile di intervenire energicamente sia con gli inquilini che con il proprietario.

Ecco, fai così e vedrai che l’argomento non verrà discusso ma solo rimandato alle iniziative del nuovo amministratore.

cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Revoca amministratore Successivo Installazione parabolica sky tetto comune

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.