Come suddividere le spese di ristrutturazione facciata

Buonasera, considerata la Vs. esperienza, avrei bisogno di un consiglio.
Mia suocera abita in un piccolo condominio composto da tre famiglie inclusa la sua, trattandosi di appartamenti che sono stati loro donati dalla nonna e quindi abitati da parenti, non si è mai pensato di far fare le tabelle millesimali.
Ora però dopo vari anni nasce l’esigenza di ristrutturare una piccola parte della facciata, si tratta esattamente della parte posta sul portone dove ci sono solo i finestrini delle scale.
Mia suocera abita al piano terra, i suoi ingressi sono indipendenti e per accedere al terrazzo utilizza una porticina autonoma posta nella sua abitazione che comunica con il portone.

Il punto è questo: i suoi parenti vorrebbero dividere la spesa in parti uguali, io ho pensato di far fare una volta per tutte le tabelle millesimali ma loro non sembrano d’accordo, ho proposto dunque di pagare solo 1/6 delle spese. Secondo Voi come dovrei comportarmi?

Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità e trasmetto in allegato una foto per rendere più chiara la situazione.

Buonasera, egregio utente.

Indubbiamente la sua riflessione sulla ripartizione delle spese straordinarie  per tabelle millesimali è più che legittima, ciò, che, invece, viola i suoi diritti è il solo pensare di ripartire le spese in parti uguali, solo perchè fa comodo a taluni condomini.

Lei può anche decidere di ripartire le spese in parti uguali, ma solo PROVVISORIAMENTE, in attesa che un geometra possa elaborare le tabelle millesimali, le quali,  oramai, si approvano a maggioranza e non più all’unanimità, così dopo l’approvazione si dovrà procedere al conguaglio tra l’importo provvisoriamente versato e l’importo derivante dall’applicazione delle tabelle.

Una elaborazione delle tabelle millesimali, almeno quella di proprietà, non dovrebbe costare più di 150 euro a condomino, tutto sta a trovare il geometra giusto.

Lei potrà anche dire che se non si dovesse raggiungere un accordo per la ripartizione a mezzo tabelle millesimali, si rivolgerà al giudice per la formulazione ed i costi di sicuro lieviteranno per tutti.

Per concludere, LEI HA PIENAMENTE RAGIONE o così, oppure il giudice, consapevole che il giudice ripartirà poi i costi tra tutti obbligando l’utilizzo delle tabelle.

Cordiali saluti
Geom. Oreste TERRACCIANO

Precedente Amministratore Successivo Consulenza condominiale millesimi appartamento e box

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.