Come ricambiare l’aria nelle scale

Buongiorno Geometra Terracciano, le sottopongo un quesito banale che riguarda una piccola controversia tra me e due coinquilini . Il nostro stabile ha circa 52 famiglie, il mio appartamento e quello degli inquilini in questione si trova al piano rialzato. Nella nostra scala non esiste una porta finestra ma solo una piccola finestrella basculante, la quale ultimamente ho preso io  l’iniziativa di aprirla per arieggiare il piano scala reso insopportabile da odori maleodoranti provenienti dagli appartamenti di tutti  presenti sul piano. I signori sopra citati  insistono per chiudere la finestra inventando preteste assurde. Gli interventi dell’amministratore sono risultati vani. Ora desidero sapere se nella normativa condominiale e’ prevista l’apertura tutti i giorni nei vani scala al fine di permettere il  ricambio d’aria  o é obbligo tenere chiuso perche sono parti comuni come sostengono i miei oppositori? Come mi devo comportare esiste una regola che metta d’accordo tutti? La ringrazio per l’attenzione. Cordiali saluti

A. D.

Gentilissima signora A.D., buon giorno.

Non è la prima volta, non sarà nemmeno l’ultima, che leggo di diatribe condominiali di questo tipo, per cui viene ancora di più avvalorato il concetto di “”imbarbarimento””, tra virgolette,  dei rapporti di buon vicinato, quelli, per intenderci, che un tempo ci tenevano “”bloccati”” sui pianerottoli delle scale per conversare cordialmente.

Tenere aperta l’unica via di ricambio aria è la cosa più saggia che si possa fare, specie nei mesi estivi senza escludere quelli invernali.

Una legge che regoli la materia non esiste, esiste, invece, il Buon Senso, in virtù del quale ogni forma comportamentale, estremistica e/o esagerata, dovrebbe essere messa da parte.

I cattivi odori, a meno che non si è privi di olfatto, dovrebbero dare fastidio a tutti, da qui la necessità di avere il ricambio d’aria, quindi non c’è alcuna soluzione se non quella di trovare un punto di incontro.

Cordialmente

Geom. Terracciano

Precedente Spese condominiali dopo vendita immobile Successivo Forzature da parte dell’amministratore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.