Chiusura a veranda

Geometra, ho letto che, secondo lei, la chiusura di terrazze con verande non comporta obbligo di rivedere le tabelle millesimali. Ma vorrei domandarle, se su 17 appartamenti almeno dieci hanno una veranda (di cui uno di circa 12 mq un altro di circa 25 mq)  vale lo stesso principio. Intendo dire, lei pensa che le tabelle non vadano riviste anche se complessivamente possiamo parlare di oltre 100 mq di terrazzi che vengono utilizzati diversamente da come previsto in origine?
E ancora, per lei, la veranda e’ solo quella che è stata totalmente chiusa con vetrate o anche quella chiusa in parte?
Gentile lettrice, buon giorno.

Se parliamo di GAZEBO, VERANDE aperte ai lati, ma opere fisse, l’unico obbligo del condomino realizzatore era quello di chiedere l’approvazione dell’assemblea e l consequenziale concessione comunale, diversamente è opera ABUSIVA.

Se, invece, parliamo di VERANDE che hanno costituito un aumento volumetrico della casa, abitabili tutto l’anno, magari anche con condizionatori, in tal caso bisogna PRETENDERE la REVISIONE delle tabelle millesimali con relativo onere completamente a carico di coloro che hanno realizzato gli ABUSI, perché, sono certo, che di abusi trattasi e non solo.

Bisogna anche accertare come è stato realizzato il nuovo lastrico solare.

Chiunque, anche lei volendo, può rivolgersi al giudice a prescindere dalla volontà assembleare.
Cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Ripartizioni quote fisse Successivo Il condominio senza amministratore non è una buona idea

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.