Case da brivido per Halloween

Quattro case infestate da fantasmi. Non è Halloween se non si parla di fantasmi. Casa.it fornisce una carrellatadi immobili in stile horror.

Case museo – Si parte dagli Usa con “Villisca Axe Murder House” , situata nell’omonimo paesino di Villisca nella regione dello Iowa. Si narra che nel 1912 l’intera famiglia proprietaria della casa e due ospiti siano stati uccisi durante una notte buia e tempestosa. Ebbene, lo  spettro di un uomo con un’ascia ha perseguitato tutti gli inquilini e gli ospiti che hanno abitato in questa casa, che hanno riferito urla di bambini che piangono, e rumori inspiegabili provenienti dalla cantina.

Abbandonata per qualche anno, la casa venne ristrutturata a metà degli anni ’90 e trasformata in “museo” aperto ai visitatori, a curiosi e appassionati del mistero. Per i più coraggiosi, inoltre, l’attuale proprietà mette a disposizione alcune camere per un pernottamento da brivido.

 

Sempre negli Usa un’altra casa, proprietà della famiglia Whaley che la fece costruire. Si narra che già prima di esser abitata fu al centro di un misterioso assassinio: la proprietaria, Miss Whaley, infatti fu uccisa poco prima che la casa fosse terminata, forse a causa di una rapina, ma il caso è sempre rimasto velato dal mistero. . Non solo, una volta conclusi i lavori e terminata la casa, avvenne un altro sconcertante evento: il suicidio senza apparenti motivazioni della figlia minore, Violet Whaley. Nel 1960 la Whaley House, è stata ufficialmente dichiarata infestata dai fantasmi dal dipartimento del commercio degli Stati Uniti dopo numerosissime segnalazioni di avvistamenti di fantasmi. Anche questa casa fu abbandonata e poi trasformata in museo: moltissime persone hanno giurato di aver visto e sentito gli spiriti e le voci dei membri della famiglia Whaley. Addirittura, sarebbe regolare l’apparizione di quello che sembra esser l’assasino di Miss Whaley, Yankee Jim.

          

Hotel infestato dai fantasmi – C’è poi il Fairmont Banff Springs Hotel costruito nel 1888, che a prima vista potrebbe sembrare il famoso e celebre Overlook Hotel del film “Shining”, avvolto da fitti misteri oscuri. L’intreccio parte dalla stanza numero 873,  teatro di numerosi morti: dapprima in questa camera fu misteriosamente sterminata un’intera famiglia che stava soggiornando nell’hotel per vacanza. Nessuno seppe mai chi e perchè commise l’omicidio. Subito dopo avvenne il misterioso suicidio di una giovane sposa che si buttò dal balcone della sua stanza e quello di un anziano pensionato che fu ritrovato morto in alta uniforme. Anche in questi casi nessuno riuscì mai a spiegarsi il motivo delle loro morti. Oggi la leggenda narra che la stanza 873 sia stata murata e che ogni tanto aleggino gli spiriti della famiglia, della sposina e dell’anziano pensionato.

 

Lo spirito della schiava nella piantagione – Nella Louisiana infine c’è lo spettro di una schiava nella “Myrtles Plantation Home” a St. Francisville, in Louisiana. Qui agli inizi del 19° secolo il proprietario della piantagione e della magione, Clark Woodruff dopo avere scoperto una schiava di nome Chloe origliare i discorsi privati della famiglia, le tagliò un orecchio per punirla. Chloe, spinta dalla vendetta, servì una torta avvelenata alla famiglia,  che uccise la moglie e le figlie del suo padrone. Chloe fu impiccata e il suo cadavere fu buttato nel Mississipi. Da quel giorno il suo spirito non ha mai abbandonato la casa e si narra che ci sono notti in cui si sente Chloe aggirarsi nella proprietà.

casa halloween

 

 

 

Precedente Convocazione assemblea Successivo Bed & Breakfast, l'investimento alternativo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.