Bilancio non aprovato

Buona sera,

alla scorsa assemblea di condominio del 29.04.2014 non abbiamo approvato il bilancio che era “squadrato” e riportava molta liquidità non giustificata. L’amministratore non ha voluto dare chiarimenti e spiegazioni. Tutto questo è stato riportato nel verbale.

Nella stessa assemblea non abbiamo riconfermato l’incarico all’amministratore, ma purtroppo alcuni si sono astenuti e mancando la maggioranza per deliberare non è stato nominato il nuovo amministratore.

Adesso l’amministratore pro tempore ha convocato l’assemblea straordinaria solo per nomina amministratore (non ha riproposto l’approvazione del bilancio).

Buona sera, immagino che la non approvazione abbia riguardato il BILANCIO consuntivo relativo all’esercizio 2013 visto che il 2014 si è appena concluso.

Le posso assicurare che la non andata via dell’amministratore è stato un segnale significativo, dal momento che è bene, PRIMA DI MANDARE VIA L’AMMINISTRATORE, pretendere la chiusura del bilancio e/o dei bilanci 2013 e 2014, diversamente l’assemblea dovrebbe, poi, ricorrere al REVISORE DEI CONTI, visto che l’amministratore subentrato non può e non deve entrare nel merito di ben due bilanci, non saprebbe proprio da dove cominciare.

L’amministratore che subentra ha solo l’obbligo di verbalizzare il passaggio delle consegne e di chiudere la cassa.

Attenzione a non incorrere in questo gravissimo ERRORE, bisogna dire all’amministratore IN CARICA che andrà via solo dopo avere presentato i bilanci consuntivi esercizio 2013 e 2014.

Cordiali saluti

Geom. Oreste TERRACCIANO

Leggi per approfondire il problema su facebook

Precedente Prezzi in flessione a Roma nel 2014 Successivo Ripartizione bollette ENEL

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.