Bed & Breakfast, l’investimento alternativo

Negli ultimi anni il B&B è divenuto l’alloggio privilegiato per le vacanze e non solo.
 Nel 2012 l’Istat segnalava un aumento del numero delle strutture extralberghiere in Italia, in particolare di B&B (+5,8%).
In B%B vacanze per tutti – Secondo un’analisi del portale “Bed and Breakfast”, nel 2014 il 60% dei viaggiatori che ha scelto il B&B viaggiava con la famiglia, mentre  il 44% ha fatto un “viaggio romantico”,  segue poi il 39% di chi vi ha soggiornato in compagnia di amici e il 30% che ha fatto un viaggio culturale.Non solo,il 22% della clientela lo sceglie come formula per spostamenti con fini non ricreativi.

Alti investimenti in B&B – Ed è soprattutto in città ad alta attrazione turistica e in località turistiche che i B&B fanno gola agli investitori, a partire da Roma e Firenze, ove molti sono gli immobili acquistati per convertirli in strutture ricettive di questo tipo.Ora gli interessi degli investitori convergono su Milano, in vista dell’Expo, ove si cercano abitazioni in zone vicino a luoghi di interesse turistico oppure ben collegati con essi. Si valutano sia immobili in affitto sia in acquisto, quelli situati ai piani bassi sono preferiti così come piacciono gli stabili con ascensore. In genere ci si orienta verso abitazioni già destinate a B&B con almeno 4 stanze, ognuna con bagno annesso. Meglio se con vista panoramica. In genere, l’imprenditore che cerca o in affitto o in acquisto svolge già in questo tipo di attività (possiede già altre strutture) e, nel caso dell’acquisto, ricorre soprattutto a capitale proprio.
Bed&Breakfast rid

Precedente Case da brivido per Halloween Successivo Abi: mutui in crescita del 30% rispetto a un anno fa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.