Avviso di convocazione

Buon pomeriggio, prima di tutto, Gentile Geom. Terracciano.
Le scrivo per informala sull’evoluzione della questione condominiale.
Lo ritengo un dovere morale che ho nei suoi confronti, anche se in realtà ho bisogno del suo parere per un conforto relativo alle mie interpretazioni.
E’ stata indetta l’assemblea straordinaria e al posto di consegnare le convocazioni a mano come metodo è stato chiesto di rimbucare le ricevute nella cassetta del condominio debitamente firmate.
Chi non avesse ottemperato a ciò entro il 3 giugno, si sarebbe visto recapitare mezzo raccomandata detta convocazione. Dunque se l’assemblea è l’8 di giugno in prima convocazione  e le raccomandate partirebbero comunque il 3, non siamo oltre i tempi stabiliti dalla legge per la convocazione visto che si tratta di 4 e non 5 giorni?
Se non è dimostrabile la corretta convocazione può non essere costituita l’assemblea?
Inoltre, Lei approverebbe per l’assicurazione dello stabile l’unico preventivo presente fornito dall’amministratore? La saluto cordialmente. R.M.
Egregio lettore, buona sera.

Ecco cosa ha sentenziato la Corte di Appello di Roma, riguarda proprio il caso da lei esposto:

Corte d’Appello di Roma, sentenza n. 967 del 30/03/2010

<<Poiché l’art. 1136 cod. civ. non prescrive particolari modalità di notifica ai condomini per l’avviso di convocazione delle relative assemblee, la comunicazione può essere data in qualsiasi forma idonea al raggiungimento dello scopo; sicché si deve ritenere che la disposizione di legge sia stata osservata quando risulti provato, anche a mezzo di presunzioni, che i condomini abbiano, in qualunque modo, avuto notizia della convocazione.
Ne consegue che anche l’inserimento dell’avviso di convocazione nella cassetta delle lettere del condomino vale a porre la ragionevole presunzione della conoscenza dell’avviso stesso da parte del condomino, posto che, una volta che l’avviso è pervenuto all’indirizzo del destinatario, si verifica la fattispecie dell’art. 1335 cod. civ. , essendovi stata una attività materiale idonea a portare l’atto nella sua sfera di conoscibilità.
Ma qualora, poi, il condomino agisca per far valere l’invalidità di una delibera assembleare, adducendo la sua mancata convocazione, incombe sul condominio convenuto l’onere di provare che tutti condomini sono stati tempestivamente avvisati della convocazione.>>

Difficile, poi, da provare che gli avvisi sono stati consegnati 5 giorni liberi prima, ovvero senza conteggiare né il giorno della consegna né il giorno dell’assemblea.

Per quanto riguarda i preventivi per l’assicurazione GLOBALE FABBRICATO, è bene averne almeno due o tre, in busta chiusa con la firma ed il timbro sui lembi, da aprire in assemblea, senza dover imporre quel preventivo e quella data Compagnia assicuratrice.

L’amministratore agirebbe da padre padrone e questo l’assemblea non glielo deve consentire.

Cordialmente

Geom. Terracciano

Precedente Uso ascensore e sbalzi termici Successivo Terrazza comune

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.