Aumenta il Loan To Value dell’80%

Il 2014 si chiuderà con un aumento dei mutui erogati che superano l’80% del valore dell’immobile. I mutui concessi con un tale valore di Loan To Value infatti,  corrisponderanno esattamente a 1,2 miliardi di  euro, (5% del totale), rispetto agli 814 milioni del 2013 (3,8% del totale).
E‘ quanto stima Genworth – compagnia specializzata nella copertura del credito in caso di insolvenza del mutuatario – in base ai dati di Banca d’Italia, Assofin e Databank, presentate dalla società nella sessione “Sviluppare il credito in un quadro di sostenibilità per la famiglia” del convegno Credito al Credito 2014, organizzato dall’Abi.  Dunque riprende quota il Loan to Value, anche se è ancora lontano dal valore del 2007, anno di inizio della crisi, quando erano poco meno del 9% i mutui finanziavano oltre l’80% del costo della casa. “Nel 2007 questo mercato – assimilabile, seppur con le dovute distinzioni, a quello che è degenerato nella bolla dei subprime che ha dato il via alla crisi finanziaria globale – valeva 6 miliardi di euro (8,7% del totale).”.

Inversione di tendenza per mutui e compravendite – «Il 2014 – comunicano da Genworth – non sarà l’anno che sancirà una vera e propria svolta, ma si confermano i segnali di un’inversione di tendenza per il prossimo futuro, per quanto riguarda il mercato sia dei mutui residenziali che delle compravendite immobiliari. Nel corso degli anni la “mortgage insurance” di Genworth ha permesso l’erogazione di mutui a più di 38mila giovani (di cui il 10% atipici a partire dal 2008) e a quasi 24mila nuove famiglie. Nel periodo 2003-2013 Genworth ha assicurato oltre 60mila mutui. La mortgage insurance ha dunque fornito un efficace trasferimento del rischio e ha supportato l’erogazione del credito anche nei momenti di crisi, agevolando l’accesso al mercato dei mutui anche per le categorie più fragili finanziariamente e talvolta escluse dall’offerta di credito».

valore casa

Precedente L'agenzia di rating Fitch promuove i mutui italiani Successivo Questione condominiale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.