Assicurazione condominio

Si è verificata una infiltrazione di acqua nel soffitto del bagno dell’appartamento sottostante a quello dei miei anziani genitori.
Su sollecito dell’amministratore (solo verbale) è sopraggiunta una impresa (di fiducia dell’amministratore) che ha provveduto a sistemare la causa e gli effetti del danno, nella circostanza, dichiarando  che lo stesso non aveva natura condominiale. Quindi, il lavoro è stato fatturato e pagato esclusivamente a carico dei miei genitori. Interpellata la compagnia per l’assicurazione del fabbricato, siamo venuti in possesso del documento attestante il rimborso al condominio del medesimo danno. Ad oggi (9 gennaio 2013), sono trascorsi circa tre mesi dalla citata liquidazione senza che dall’amministratore sia giunta alcuna informativa su tale rimborso. E’ legittimo un tale comportamento ? Si può procedere con una segnalazione alla autorità giudiziaria per un “temuto reato”? Comunque, approfittarsi della correttezza di due anziani non è di per sè ignobile soprattutto da parte di un professionista pagato perché tuteli la loro proprietà ? Grazie in anticipo per la risposta qualora ritenesse di volerla dare. Saluti. RS

Gentile lettrice, buon giorno.

La Compagnia assicuratrice, in virtù della polizza assicuratrice GLOBALE FABBRICATO, di solito, interviene per le acque condotte, pertanto non credo che i suoi genitori rientrassero nel risarcimento, al limite, se risarcimento c’è stato, questo andava a favore del condomino danneggiato e non solo, ma se lo stesso non copriva interamente il danno, i suoi genitori avrebbero divuto versare la differenza.

Chi le ha detto che la compagnia assicuratrice avrebbe rimborsato l’onere sostenuto per i lavori ai suoi genitori?

Anche io, dal piano superiore, ho subito un simile danno, ma la compagnia mi ha risarcito parte del danno subito e la differenza l’ha sborsata il condomino del piano superiore.

Se mi consente, il problema, al di là dell’intrusione dell’amministratore, riguardava i suoi genitori e il condomino del piano inferiore nella sua qualità di danneggiato.

L’amministratore doveva essere interpellato solo per far rientrare il danno da risarcire nella polizza.

cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Spese non dovute Successivo Canoni più economici, più famiglie in affitto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.