Assenza amministratore

Salve, le scrivo per sapere se nell’edificio dove abito, un unico stabile con due entrate separate con otto appartamenti totali (otto diversi proprietari) più due attività commerciali e due locali adibiti a magazzino di un altro proprietario ancora, situati al piano terra dello stesso edificio e infine garages con ingresso comune, rientrano nell’ultima riforma dove è obbligatorio un amministratore condominiale.

Faccio presente che nonostante le mie insistenze non si è mai creato un condominio con codice fiscale proprio ecc.. ecc.. Grazie .

Caro lettore, buon giorno, direi che nel condominio, UNICO, dove abita vige da sempre una situazione a dir poco IRRESPONSABILE e non solo, ma fino ad oggi vi è andata bene e il condominio se l’è cavata per il rotto della cuffia.

Il vostro è un condomino con la C maiuscola e, come tale, è SOSTITUTO DI IMPOSTA, quindi deve avere il codice fiscale, deve pretendere le fatture per appalti e servizi ed operare la ritenuta fiscale del 4% da versare all’AdE entro il giorno 16 del mese successivo, deve volturare le utenze al condominio, ha l’obbligo di nominare l’amministratore, ha l‘obbligo del registro anagrafe condomini, ha l’obbligo dell’assicurazione e del conto corrente, ha l’obbligo di convocare le assemblee, quindi di deliberare e di presentare i bilanci ecc.

Non si renda corresponsabile di una situazione allucinante e non perda più un solo istante, convochi l’assemblea con all’ordine de giorno un solo argomento:

– NOMINA AMMINISTRATORE E SUO COMPENSO LORDO ANNUO

Chieda a due o tre amministratori di professione di consegnarle, in busta chiusa, il preventivo per amministrare, così in assemblea aprirà le buste e si nominerà quello più conveniente economicamente.

Si ricordi che la convocazione deve prevedere prima e seconda convocazione in giorni diversi, devono trascorrere almeno 24 ore e deve indicare il luogo della riunione, la convocazione va recapitata per raccomandata a/r o per raccomandata a mano con firma e data del ricevimento.

Le spese che anticipa le saranno, poi, tutte rimborsate da condominio.

Ci vuole, per la delibera, la maggioranza numerica dei presenti che rappresenti almeno 500 millesimi, per cui se non ci sono a tabelle millesimali, sarà valida solo la maggioranza numerica, ma si dovranno, poi, elaborare le tabelle millesimali.

Questo passo è indispensabile, sa perchè?

Perchè nel caso vada tutto storto, lei deve ricorrere immediatamente al giudice provando di aver tentato la strada della convocazione ma non ci è riuscito, quindi la copia della convocazione e le ricevute delle raccomandate saranno documenti probatori e il giudice nominerà l’amministratore giudiziario, volente o nolente.

Anche in questo caso tutti gli oneri, a cominciare da quello dell’avvocato le saranno rimborsati in quanto lo sancirà il giudice e il giudice stabilirà anche il compenso dell’amministratore giudiziario.

Ora sta a lei decidere se continuare nell’illegalità e rischiare, oppure porre fine ad uno stato di anarchia che non fa onore a nessuno e svaluta solo le proprietà di ognuno.

Si dia da fare a prescindere da cosa diranno gli altri, LI IGNORI e vada per la sua strada………………..

cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Mutui: precari penalizzati Successivo Nuovo amministratore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.