Assemblea nulla

Buongiorno Gent.mo geom. Terracciano,

eccomi di nuovo a disturbarla per chiederle dei chiarimenti.

In seguito all’invio della sua raccomandata la risposta dell’amministratrice è arrivata ieri, infatti proprio ieri nella cassetta delle lettere abbiamo trovato la convocazione , che le allego,per un assemblea straordinaria.

La lettera riporta la data del 04/06/11, ma è stata lasciata solo ieri e questa cosa già credo che non sia del tutto corretta, inoltre non viene indicato il luogo dove si svolgerà e per concludere temo che nuovamente non siano stati rispettati i tempi in quanto anche se la lettera è stata datata il 04/06/11 l’assemblea è stata fissata per il giorno 9/06/11 e infine non sono stati indicati quali punti verranno discussi.

Attendo sue notizie su come procedere e ringraziandola anticipatamente per la sua disponibilità la saluto cordialmente.

Gentilissima signora, buon giorno.

Devo concordare con lei che la convocazione è inesatta, per questi motivi:

1 – I 5 giorni previsti dal codice devono essere LIBERI, ovvero non si deve tenere conto del giorno in cui si distribuisce l’avviso, nè, tanto meno, del giorno dell’assemblea, quindi l’assemblea, a rigor di logica, si sarebbe dovuta tenere il giorno 10 giugno 2011, invece…….

2 – Non è indicato il luogo dove l’assise si terrà, particolare che riveste una importanza basilare, in quanto i condomini convocati non saprebbero dove presentarsi, a meno che il luogo è da sempre l’androne del palazzo.

3 – L’ordine del giorno è presente ai punti 1 e 2, ma, ad onor del vero, la dicitura GENERICA, di cui al punto 2) : Punti non discussi in assemblea, denota una profonda carenza professionale dell’amministratrice, in quanto avrebbe dovuto indicare ogni argomento non discusso, ponendo l’oggetto della discussione, magari aggiungendo, tra parentesi (argomento questo non discusso nella precedente assemblea)

Come procedere è presto detto:

Invii queste poche righe all’amministratrice chiedendole di rinviare l’assemblea perchè l’avviso di convocazione è praticamente NULLO, questo per evitare che si debba procedere per altre vie.

LETTERA:

All’amministratrice del Condominio

XXXXXXXXXXX

Rag. TIZIO

Via……………………..n………….

CAP                        CITTA’

 

Oggetto: Avviso di convocazione NULLO

 

Sono il condomino TAL DEI TALI, ivi residente nel complesso condominiale denominato LA PERLA.

Con la presente La informo che l’AVVISO di CONVOCAZIONE ASSEMBLEA STRAORDINARIA, datato 4 giugno 2011, con il quale si invitano i condomini a parteciparvi, è praticamente NULLO per VIZIO di FORMA, chiarisco:

I 5 giorni previsti dalla legge, per la convocazione dell’assemblea,  si intendono LIBERI, ovvero non si deve tenere conto del giorno in cui l’avviso viene recapitato, con la firma e la data di ricezione da parte del condomino, non si deve tenere conto, altresì, del giorno dell’assemblea, in pratica, ammesso che tutti il giorno 4 abbiano ricevuto l’avviso, i giorni diventano 7, pertanto l’assemblea si sarebbe dovuta tenere il giorno 10 giugno 2011.

Cosa ancora più grave, invece, è la mancanza di indicazione del luogo ove l’assemblea si terrà, per cui il condomino che dovrà presenziare non sa dove andare.

Per finire, l’ Ordine del giorno è INESATTO, in quanto al punto 2) è indicato in maniera completamente GENERICA : Punti non discussi in assemblea…….

Per cui viene da chiedersi: QUALI SONO I PUNTI?

i PUNTI NON DISCUSSI ANDAVANO INDICATI UNO AD UNO, tanto per essere precisi.

Detto questo, sarebbe quanto mai opportuno che lei rivedesse la sua posizione e comunicasse urgentemente, anche con un AVVISO in bacheca che l’assemblea non si terrà e sarà riconvocata al più presto.

Certo che terrà nella dovuta considerazione la presente, La saluto distintamente.

(firma)

 

data lì…/…/…

 

 

Cordialmente

Geom. Terracciano

Precedente Cani nel giardino condominiale Successivo Modifica di clausola del regolamento condominiale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.