Appartamenti invenduti e spese condominiali

Buongiorno, vorrei gentilmente sapere se le spese di esercizio delle pompe di sollevamento delle acque nere (energia elettrica e pulizie semestrali di vasca e pompe) possano essere addebitate anche agli appartamenti vuoti. Nel caso specifico mi riferisco ad un appartamento del costruttore ancora invenduto. Grazie mille A.D.

Per quanto riguarda il rapporto tra appartamenti invenduti e spese condominiali, l’articolo 1123 del codice civile sulla ripartizione delle spese spese, non fa alcuna distinzione tra unità immobiliare disabitata, appartamenti invenduti o sfitti.
Per quanto riguarda il rapporto tra appartamenti invenduti e spese condominiali, il codice civile sulla ripartizione delle spese, non fa alcuna distinzione tra unità immobiliare disabitata, appartamenti invenduti o sfitti.

Egregio lettore buon giorno.

L’articolo 1123 del codice civile, ripartizione spese, non fa alcuna distinzione tra unità immobiliare disabitata, appartamenti invenduti o sfitti, quindi il proprietario deve concorrere alla pari degli altri a tutte le spese.

Solo, esclusivamente il regolamento di condominio contrattuale potrebbe contenere clausole, NON VESSATORIE, che escludono per un biennio l’invenduto.

Cordiali saluti

Geom. Oreste TERRACCIANO

Precedente Ponteggi in area privata: posso oppormi? Successivo Infiltrazioni lastrico solare: grane per ripartizione spese

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.