Antenna TV e finestre scale

Salve geometra, spero di poter avere una sua consulenza circa due annose questioni che non
riesco a risolvere.
1- antenna condominiale
Da quando si è passati al digitale terrestre, in casa mia non si vede più la tv (mediaset, pacchetto rai e un sacco di altri canali).
Avendo un appartamento molto grande e ritenendo si trattasse di un problema del mio impianto, in attesa che il tecnico si liberasse, ho acquistato un decoder tv sat, per aggirare il problema.
Successivamente, l’antennista ha controllato la situazione e si è reso conto che il problema non è imputabile ad una dispersione nel mio appartamento, ma all’impianto condominiale troppo vecchio, con i pezzi ormai arrugginiti, da sostituitre. Negli altri appartamenti, il problema non si pone poichè sono più piccoli ed il segnale, sebbene debolissimo, arriva solo in una presa e quindi
riesce a reggere. Orbene, la mia domanda è la seguente: gli altri condomini possono rifiutarsi di rifare l’impianto tv, sebbene questo mi arrechi un danno e non mi consenta di vedere la tv normalmente?


2- finestra androne
Nel nostro palazzo, dopo la prima rampa di scale, c’è una finestra che si affaccia su due terrazzini (solai di proprietà dei locali confinanti con il nostro portone), chiusa ermeticamente con una grata di cui i condomini non possiedono la chiave. Orbene, tutti gli affacci interni del nostro palazzo
danno su questi terrazzini e quando cade qualcosa (biancheria, mollette ) è un guaio riuscire a riprenderla, poichè l’unico accesso è costituito dalla finestra in questione. I proprietari dei locali, che hanno autorizzazione ad accedere nel portone solo tre volte al mese per poter eventualmente raggiungere il terrazzo (come atti di acquisto dei loro locali), si rifiutano di darci copia di quella chiave. Possono farlo? Quella finestra, in caso di incendio, potrebbe costituire anche una via di fuga … è mai possibile che ci sia completamente interdetto l’uso?  Spero di poter avere riscontro e la ringrazio.

Gentile lettrice, buon giorno.

1)  -L’impianto centralizzato TV deve servire in egual maniera tutti i condomini che ad esso sono allacciati, per cui, se l’antennista da lei interpellato, ha riscontrato problemi di vetustà nell’impianto esistente,l’amministratore ha il dovere di intervenire quale garante dell’uso delle parti comuni.

Deve chiedere, prima di tutto, il parere dell’antennista di fiducia del condominio e capire se, come  e dove intervenire per garantirle la perfetta visione di tutti i canali.

Se l’intervento è possibile con una spesa sostenibile, non deve fare altro che autorizzare l’antennista ad operare, diversamente, di fronte ad una spesa più consistente, deve convocare l’assemblea e far deliberare a maggioranza semplice la spesa, anche se dovesse trattarsi di rifacimento impianto.

2)  –Non credo affatto che il condominio possa essere autorizzato al possesso della chiave di accesso ai terrazzi appartenenti a proprietari diversi e non residenti nel condominio.

Purtroppo, dove esistono queste tipologie edili, bisogna avere l’accortezza di fare uso degli stendini all’interno dei balconi, evitando così l’accidentale caduta di biancheria e mollette.

Molte città hanno questo problema, quindi, in talune di esse,  dove ho potuto constatare di persona, tutti gli abitanti evitano lo sciorinio del bucato all’esterno dei balconi, utilizzando unicamente stendini.

Cordialmente

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Amministratore che sollecita il versamento delle quote tramite avvocato Successivo Rampa montascala e lavori lastrico

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.