Riforma condominio: cosa prevede per l’amministratore

Amministro un Villaggio turistico-residenziale (villette a schiera n.260) fin dal 2009.

Tale Villaggio è considerato: Complesso turistico – residenziale, ma la forma di gestione assomiglia molto al Condominio.

Volendolo gestire come condominio, mi servirebbe sopratutto un attestato che dimostri la mia preparazione in merito, anche se da quattro anni l’ho amministrato come condominio cercando di applicare al meglio il Codice Civile di attuazione.

Alla luce dell’uscita della legge di modifica della gestione condominiale, cosa mi consiglia fare ?

Frequentare un corso online, continuare a gestire come ho fatto finora in qualità di condomino, magari comprando dei sussidi (Software gestionali o altro), per meglio continuare a gestire detto villaggio/condominio ?

Gradirei infine sapere se esiste un software che mi aiuti a fare con più precisione il bilancio consuntivo. Grazie e saluti

Egregio amministratore Geraci, buon giorno.

Intanto vediamo cosa prevede la RIFORMA DEL CONDOMINIO per il ruolo dell’amministratore:

<<Il nuovo ruolo dell’amministratore>> Gli artt. 9 e 10 della p.d.l. riguardano l’amministratore del condominio.

In particolare, l’articolo 9 sostituisce l’articolo 1129 c.c. e pone in capo all’amministratore una serie di specifici obblighi da assolvere (comunicazione di dati anagrafici, professionali e fiscali, obbligo di pubblicità della documentazione condominiale, assicurazione professionale) a fini di trasparenza, verifica della qualifica professionale e controllo del suo operato.

La disposizione prevede l’apertura di un c/c bancario o postale a nome del condominio nonché il raddoppio (da uno a due anni) della durata in carica dell’amministratore.

Infine, l’articolo 9 amplia e tipizza i gravi motivi alla base della revoca dell’incarico: si segnalano, in particolare, l’omissione del rendiconto di gestione per un anno, irregolarità nella tenuta della documentazione del condominio, la mancata apertura del conto del condominio, irregolarità fiscali, l’inerzia nel promuovere l’azione giudiziaria per la riscossione delle somme dovute dal condominio.

L’articolo 10 integra l’attuale formulazione dell’articolo 1130 c.c., in materia di attribuzioni dell’amministratore, aggiungendo in particolare l’esecuzione degli adempimenti fiscali; la tenuta di due nuovi registri obbligatori; la conservazione di tutta la documentazione; la consegna al condomino che ne faccia richiesta dell’attestazione dei pagamenti degli oneri condominali e delle eventuali liti in corso; la convocazione dell’assemblea per l’approvazione del rendiconto annuale di gestione.>>

Emendamento presentato il 17 settembre:

Per quanto concerne la figura dell’amministratore, si è stabilito che questo, all’atto della nomina, debba presentare ai condomini una polizza individuale di responsabilità civile per gli atti compiuti nell’esercizio del mandato, i cui oneri sono a carico dei condomini.

Si è quindi optato per l’istituzione presso ogni Ufficio provinciale dell’Agenzia del territorio di un Registro degli amministratori di condominio, con l’indicazione dei requisiti di onorabilità e di formazione richiesti ai fini dell’iscrizione, con la precisazione, tuttavia, che “agli iscritti al registro è riconosciuta competenza specifica per l’esercizio dell’attività di amministratore di condominio.

L’iscrizione al registro, tuttavia, non costituisce requisito per l’esercizio di tale attività”.

Quanto sopra sono particolari che dovranno entrare in vigore tra qualche tempo, penso entro dicembre, quando la RIFORMA diventerà LEGGE, si pensa che la riforma diventerà legge ad OTTOBRE.

Cosa accadrà con i CONDOMINI/AMMINISTRATORI è prematuro dirlo, cosa accadrà con i regolamenti di condominio CONTRATTUALI è prematuro dirlo, una cosa è certa, i condominii costeranno tanto ma tanto di più rispetto ad oggi.

Se vuole, frequenti un corso per amministratori di condominio ON LINE, giusto per ottenere l’ ATTESTATO, dal momento che, avendo già amministrato, sa benissimo come gestire correttamente il condominio.

Su internet sono disponibili i software per la contabilità condominiale, meglio acquistare quelli per competenza e non per cassa, anche perchè, con la riforma, i bilanci dovranno essere elaborati per competenza e non per cassa.

Cordialità
Geom. Terracciano


Precedente Diritti e doveri del proprietario di loft Successivo Pulizie eseguite da un abitante

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.