Amministratore ad interim significato

Amministratore ad interim significa che l’amministratore è già stato “sfiduciato” e quindi basta presentare all’assemblea i nuovi candidati o bisogna procedere a nuova votazione per mandarlo via?
Grazie mille

Caro lettore, niente di tutto ciò che lei ha immaginato.

Quando in assemblea non si riesce a nominare il nuovo amministratore per un qualunque motivo –  di solito perchè non ci sono le maggioranze – si dice che l’amministratore rimane in prorogatio imperii e/o ad interim, mantenendo tutti i suoi pieni poteri, mentre, se fosse stato sfiduciato o se gli fosse comunque stato revocato l’incarico a prescindere, ci sarebbero voluti 500 millesimi, espressione della maggioranza degli intervenuti o intervenuti per delega all’assemblea.

Ora sta all’amministratore sfiduciato comunque convocare nuovamente l’assemblea per rimettere nuovamente il suo mandato, a meno che la maggioranza non voglia procedere alla richiesta di convocazione ai sensi dell’ art. 66 dellle DD.AA. del codice civile.

Cordiali saluti

Geom. Terracciano

Precedente Amministratore abusivo e tenda parasole Successivo Ripartizione spese per assegnazione casa

6 commenti su “Amministratore ad interim significato

  1. buon giorno

    Per ben due volte di seguito l’amministratore del supercondominio convoca l’assemblea il 21 luglio per poi
    spostare la data in settembre motivando il tutto con la richiesta del 50% dei condomini di spostare la data
    Questo amministratore è ad interim già da due anni non riuscendo ad avere la maggioranza.
    Ci possiamo rivolgere al giudice? Oppure ci può indicare altre soluzioni?

    Nel augurarle buona giornata e ringraziando anticipatamente per il tempo che vorrà dedicarmi la saluto
    cordialmente.
    Rosario Parzian

    • condominioaiuto il said:

      PER rosario
      Caro Rosario Parzian buon giorno.
      L’amministratore rimane in carica i PROROGATIO IMPERI fino a quando la maggioranza dei presenti in assemblea, espressione di almeno 500 millesimi, non gli REVOCA il mandato.
      Convocare l’assemblea in pieno mese di luglio è ASSURDO, ASSURDO, ASSURDO!!! ma chi vuole, l’amministratore, che venga?
      La legge impone l’assemblea ordinaria entro 180 giorni dalla approvazione del bilancio consuntivo, per cui se l’esercizio contabile è ad anno solare, ovvero dal 1° gennaio al 30 dicembre bisogna regolarsi di conseguenza.
      Per settembre, caro Rosario, si dia da fare per preparare l’assemblea a **TAVOLINO**, si dia da fare per le ricevere le deleghe dagli assenti cronici, si dia da fare per avere dalla sua parte la maggioranza e, dulcis in fundo, cerchi un amministratore più professonale, anche se, con il lavoro di consulenza che svolgo, le posso assicurare che regna il DILETTANTISMO.
      Cordiali saluti
      Geom. Oreste TERRACCIANO

  2. Buona sera geometra Terraciano,

    finalmente siamo riusciti a sfiduciare l’amministratore del super condominio,ed eletto il nuovo.

    Le chiedo entro quanto tempo il “vecchio amministratore” deve consegnare tutta la documentazione al nuovo, eventualmente cosa si può fare per velocizzare il tutto?

    Ringraziando saluto cordialmente

    • condominioaiuto il said:

      PER rosario
      Buona sera Rosario, è il nuovo amministratore a dover contattare il precedente per concordare il giorno in cui incontrarsi per il passaggio delle consegne, per prassi consolidata i regolamenti contrattuali di condominio prevedono giorni 7 dalla nomina, in mancanza si può anche attendere qualche giorno di più.
      Trascorso un mese bisogna rivolgersi al Giudice transitando, ritengo, dalla mediazione civile.
      Prima avviene il passaggio e prima si potrà ben gestire il condominio.
      Cordialità
      Geom. Oreste TERRACCIANO

      • La ringrazio per la sua cortese disponibilità, anche se è già passato quasi un mese dalla
        nomina e non siamo ancora in possesso del verbale di cui lui(il vecchio amministratore) è
        il verbalizzante.
        Il presidente può prendere la consegna del verbale in maniera rapida.

        Ringraziandola ancora la saluto cordialmente

        Rosario

        • condominioaiuto il said:

          PER rosario
          Non capisco come sia in possesso del registro dei verbali l’amministratore uscente, qualche passaggio, in assemblea, non ha funzionato.
          Appena eletto il nuovo amministratore, il Presidente, avrebbe dovuto ringraziare il revocato e a nome dell’assemblea invitarlo ad abbandonare la stessa, il registro lo si passava ad altro condomino per la verbalizzazione scritta.
          Trascorso il mese è bene rivolgersi al Mediatore civile tramite avvocato.
          Cordialità
          Geom. Terracciano Oreste

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.