Amministratore

Salve sono una dottoressa commercialista. Volevo chiedere un paio di consigli sulla professione di amministratore di condominio che mi è stata proposta. La proposta e’ di amministrare un condominio di 40 appartamenti con compenso di circa 4.000 euro l’anno. L’ingegnere che a suo tempo e’ stato direttore tecnico per l’esecuzione della palazzina e che e’ anche proprietario di in Ufficio nella palazzina stessa, mi ha fatto la proposta di essere amministratore di questo condominio (di 40 appartamenti) e mi ha assicurato che non a’ richiesto un grosso dispendio di tempo, perlomeno non e’ richiesto di seguire il condominio un tot di ore al giorno. Inoltre mi ha assicurato che i maggiori problemi in termini di lavori da eseguire sono stati già risolti. Cosa mi consigliate io lavoro dal lunedì al sabato (a volte). Secondo voi e’ un qualcosa che si riesce a gestire magari il sabato e domenica o invece si devono dedicare un tot di ore al giorno? E’ così difficile la gestione? Quali costi si devono sostenere oltre a Assicurazione professionale (e’ necessaria?); software; corso formazione?e’ obbligatoria l’apposizione della targhetta con il nome dell’amministratore? Quanto può stare in carica un amministratore? (Da qualche parte ho letto massimo 2 anni)..; ci si può dimettere dal mandato? Ringrazio anticipatamente per la risposta.

Gentile dottoressa, buon giorno.

Intraprendere l’attività di amministratore di condominio, si inizia con uno per arrivare ad amministrarne tantissimi, tutto dipende dalle capacità professionali e gestionali personali,significa dedicarsi solo a detta attività, in quanto i problemi sono tanti e svolgere il lavoro da soli diventa un dispendio di energie e tempo.

Lei ha già un lavoro che la tiene impegnata dal lunedì al sabato, cosa potrebbe assicurare, da un punto di vista gestionale, al condominio nella sua veste di amministratrice?

Ritengo ben poco esponendosi a critiche e a mugugni che la farebbero passare per una negligente.

Il compenso potrebbe andare bene se avesse altri condominii da amministrare, ma, a conti fatti, finirebbe, tolte le tasse, per lavorare per 250 euro al mese.

Cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Scenari Immobiliari: venticello di ripresa per il mattone in Italia Successivo Identikit del mutuatario

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.