Al Sud i condomini più litigiosi

Quando il nemico è proprio il vicino di casa. Ogni anno scoppiano circa 2 milioni di controversie condominiali. La maggior parte avviene nelle città del Sud (45%) contro il 35% del Centro e il 20% del Nord, secondo i dati dell’Anammi (l’Associazione  degli amministratori di immobili).

Le molestie del vicino veri atti persecutori – Nel 2012, nella sola Capitale lo stalking condominiale ha rappresentato il 27% delle denunce di violenza (Osservatorio nazionale dello stalking). Insomma, i comportamenti molesti del vicino  possono ben essere considerati come “atti persecutori”, causando cambiamenti nello stile di vita e stati di stress ansioso.

Ogni anno, 250 mila liti condominiali  si risolvono grazie alla mediazione civile (obbligatoria dal 2012), 350 mila davanti al giudice di pace. Il costo di una procedura civile per una lite di condominio varia dai 2 ai 3 mila euro con una tempistica media di circa 3 anni. Numeri che non possono che pesare sul bilancio di una famiglia. È anche per questo che «la via della mediazione resta quella da preferire», spiega l’Associazione  degli amministratori di immobili. «Arrivare alla citazione non conviene, non soltanto per motivi finanziari, ma soprattutto perché il comportamento illecito, nel frattempo, si perpetua».

 

La classifica delle beghe condominiali – L’ANAMMI  ha designato una “classifica” delle liti condominiali in base alle segnalazioni di 13 mila associati.

Immissioni: I rumori e odori provenienti da altri appartamenti. Il ticchettio di scarpe, l’odore di cipolla reiterato, lo spostamento di mobili a tarda ora…

L’apposizione in aree comuni: collocazione in ambito condominiale di oggetti e mezzi di un singolo condomino (fioriere attaccate al muro, automobile parcheggiata in uno spazio non autorizzato).

I rumori in cortile in particolare il gioco dei bambini.

Innaffiatura di piante e balcone, nel caso in cui l’acqua investa gli spazi sottostanti.

Animali domestici soprattutto in ascensore o nel giardino condominiale

Le liti che riguardano l’esterno del condominio: il bucato in evidenza o gocciolante, mozziconi gettati dalla finestra, lo sbattimento di tovaglie.

Leggi ancora per approfondire su Facebook

 

Precedente Effettuare lavori giardinaggio gratuitamente Successivo Posti auto in condominio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.