Acquisto casa con gravi problemi

Buonasera Geom. Terracciano, vorrei sottoporgli il mio problema ho acquistato nel 2004 un appartamento in condominio costruito negli anni cinquanta nel compromesso di vendita il proprietario aveva dichiarato che l’immobile fosse perfettamente in regola, invece il giorno della stipula del rogito venne inserita la dicitura che l’immobile era stato costruito ante 1967 prima della cosiddetta Legge Ponte….premetto che dietro pagamento avevo disposto degli accertamenti sull’immobile rivelatesi molto superficiali. Ultimamente ho invitato l’amministratore a presentare una domanda alla regione per ottenere dei contributi per consolidamento immobile datati in quanto tale condominio sorge in zona sismica, ovviamente lui si è rifiutato dicendomi che il condominio ha una storia che c’è stato un fallimento dell’impresa costruttrice e che in poche parole la sottoscritta è stata truffata. Da qui inizio a fare le mie ricerche dalle quale riesco a risalire alla licenza edilizia, all’impresa costruttrice e scopro che il progetto allora presentato per la concessione della licenza esiste però mi trovo contro un muro di gomma cosa posso fare per uscire da questo incubo… La ringrazio e resto in attesa di un suo gentile riscontro. Cordialmente

Gentilissima lettrice, buona sera.

Lei si trova in una situazione che, a mio parere, per venirne fuori dovrebbe, ammesso che ricorrano le condizioni, impugnare l’atto di vendita in quanto truffata, tra virgolette, nel senso che le sono stati nascosti i vizi costruttivi e/o altro dello stesso tenore.

Non posso che suggerirle di conferire incarico ad un geometra libero professionista per accertare come realmente stanno le cose e poi, munita della documentazione, ricorrere giudizialmente tramite avvocato.

cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Calano i mutui erogati del 13% Successivo Voci spese condominiali

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.