Accensione mutuo o prestito per lavori straordinari

Buonasera, mi rivolgo a voi per una questione condominiale.

Nel condominio dove sono proprietario di una unità immobiliare, l’amministratore propone di accedere ad un mutuo o prestito condominiale al fine di eseguire lavori di rifacimento delle facciate, vorrei sapere se è possibile non aderire a tale soluzione di pagamento come singolo, avendo a disposizione la disponibilità economica per saldare il dovuto all’impresa.

Inoltre vorrei sapere a cosa andremo in contro nel caso risultassero casi di morosità, a chi spetterebbe ripianare le insolvenze ? l’istituto di credito potrebbe rivalersi su proprietà comuni o singole ?

La saluto cordialmente e la ringrazio per il servizio da voi offerto

Caro lettore, buon giorno, se lei ha la possibilità economica per poter onorare, pro quota, la spesa, nessuno la può obbligare a far parte della concessione bancaria di mutuo ipotecario e/o prestito bancario, anche se, per approvare quest’ultimo, è sufficiente la maggioranza con 500 millesimi.

Mai e poi mai pensare al mutuo ipotecario.

Su questo link troverà le modalità di accensione prestito:

http://www.normedia.it/novita__finanziamenti_per_condomini.html

Il prestito viene elargito al CONDOMINIO, quindi devo supporre che è il condominio a dover rispondere nei confronti della banca, su questo bisognerebbe approfondire con una banca.

Cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Ripartire le spese per i ponteggi Successivo Obbligo di pulire a turno le scale e l'androne

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.