2013 in nero

Fine anno, tempo di bilanci, anche per il mattone, ancora con segno negativo.

Anche il 2013, si è contrassegnato per il calo delle compravendite, pur inferiore rispetto all’anno precedente.

Circa 500mila compravendite nel 2013 – Idealista.it ha tracciato il percorso delle performance del mattone dell’anno che si sta chiudendo. Da un -13,8% del 1° trimestre 2013 si è passati al -7,7% del 2° trimestre e al -5,1% del 3° trimestre, “in attesa che si conoscano i dati dell’ultimo trimestre, che saranno resi disponibili a metà febbraio, però è plausibile che anche nel 2013 si resterà sotto le 500mila transazioni”, stima Idealista.it.

Segnali positivi invece nelle grandi città  come Roma (0,6%), Milano (+9,4%) e Bologna (+16,3%) che hanno segnalato una ripresa delle transazioni.

Repricing, arma vincente – Per favorire gli acquirenti, che non comprano a causa

della crisi economica e delle difficoltà di accesso al credito, i proprietari hanno deciso, quest’anno più che lo scorso anno, di puntare sulla carta del repricing. Secondo l’ultimo rapporto Ocse,  nel 2013 i prezzi sono calati del 5,5%,  con una brusca accelerazione proprio nell’ultimo trimestre.

Leggi ancora per approfondire su Facebook

 

Precedente Anno nuovo, tassa nuova Successivo Mutui: quali speranze per l'anno nuovo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.