Vendite al dettaglio Eurozona

Vendite al dettaglio Eurozona

Vendite al dettaglio di novembre in Eurozona in caduta libera.

Che impatti ha questo dato sulle previsioni per il 2018?

Vendite al dettaglio Eurozona

(Immagine: PIMCO) Vendite al dettaglio Eurozona by PIMCO

Il grafico tratto dal sito di PIMCO, mostra un dato molto incoraggiante, ovvero l’incremento del credito al consumo, indice che l’attività economica è in ripresa per via dell’incremento dei finanziamenti alle famiglie. Questo dato contrasta con la ripresa mostrata fino ad ora delle vendite al dettaglio che hanno subito una profonda battuta d’arresto nel terzo trimestre 2017. Pertanto, non si capisce questo credito in eccesso a cosa venga destinato dalle famiglie!

 

Un approfondimento è disponibile al link che segue sulla testata Wall Street Italia.

 

Un altro articolo relativo alle vendite al dettaglio è riportato di seguito:

Al palo le vendite al dettaglio in Eurozona.

Ci sono molti indicatori che segnano dati positivi per l’eurozona, dall’inflazione alle stime per la crescita passando per l’incremento del del credito al consumo. Purtroppo, le vendite al dettaglio pur essendo cresciute nel 2017, negli ultimi mesi hanno mostrato segni di affaticamento.

Quindi, le famiglie hanno sfruttato l’assist della BCE per prestarsi denaro a basso costo, ma hanno rallentato l’uso di questo denaro per far fronte alle spese di tutti i giorni.

Un dato isolato non ha alcun siugnificato, occorre monitorare l’effetto che potrebbe avere in primis sull’inflazione 2018 e poi sui dati aggiornati che ci saranno.

Difficile parlare di recessione alle porte dell’Eurozona, ma l’attenzione deve restare alta visti anche i prezzi dei mercati azionari ai massimi. Il 2017 è stato un anno da record, un dato non in linea con le aspettative potrebbe rappresentare una minaccia per la debole ripresa in corso.

Un approfondimento è disponibile al link che segue sulle testate Yahoo FinanzaTrendOnline.


Per ulteriori dettagli contattaci cliccando qui.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo. Può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.