Portafogli ottobre-dicembre 2016 – rendimento trimestrale al 3,4397%

Mese di ottobre: scosse di assestamento per il mercato o preludio di una discesa?

Le Banche Centrali hanno dominato la scena sui mercati a settembre.

Il mio portafogli sostanzialmente con la performance mensile dello 0,241% ha retto bene agli scossoni, in primis quello legato a Deutsche Bank che solo ieri sera ha dato segnali incoraggianti per le settimane a venire se venissero confermate le indiscrezioni su un accordo con il dipartimento di Giustizia Statunitense.

L’accordo sarebbe un bene per i mercati, ma non è il solo fattore che dominerà la scena del mese di ottobre, a mio avviso occorre monitorare:

  • prezzo del petrolio: è salito anche grazie alle attese per l’incontro OPEC terminato positivamente anche se va visto se sarà un vero accordo
  • elezioni USA e referendum italiano
  • manovre di bilancio
  • indiscrezioni su rialzo dei tassi e situazione medio-orientale che potrebbero dare ancora respiro agli emergenti
  • conferma della lieve ripresa dell’inflazione

Non c’è da aspettarsi molte differenze rispetto al mese appena trascorso, pertanto le modifiche al portafoglio sono minimali.

Pertanto uno dei miei portafogli per il mese di ottobre 2016:

    • Bond 55%:
      • Europei Breve Termine 5%
      • Europei Medio Termine 5%
      • Europei Lungo Termine 15%
      • Paesi Emergenti 10%
      • Paesi Emergenti in valuta locale 10%
      • Extra-europei Paesi Sviluppati 5%
      • Societari Investment Grade 20%
      • Societari High Yield 20%
      • Inflation Linked 10%
    • Azionario 30%:
      • Paesi Sviluppati 90%
        • HealthCare 15% 
        • Lusso 15%
        • Auto 5%
        • Bancari/Assicurativi 15%
        • Energetici 10%
        • Tecnologici 15%
        • Servizi 5%
        • Infrastrutture 5%
        • Comunicazioni 2,5%
        • Industria 2,5%
        • Agricoltura 5%
        • Altro 5%
      • Paesi Emergenti 10%
    • Commodities 5%
      • Metalli Preziosi 30%
      • Metalli 30%
      • Prodotti Agricoli 5%
      • Bestiame 5%
      • Energetici 10%
      • Altro 20%
    • Immobiliari 2,5%
    • Reverse 2,5%
      • Obbligazionario 30%
      • Azionario 50%
      • Materie Prime 20%
    • Liquidità 5%

In verde sono indicati gli asset su cui incrementare le esposizioni

In rosso sono indicati gli asset su cui decrementare le esposizioni

In blu sono indicati gli asset su cui mantenere costanti le esposizioni

Per il prossimo trimestre qualche piccola variazione al seguente link.

Di seguito i risultati ottenuti dal mio portafoglio con dati rilevati nel trimestre compreso tra il 3 ottobre 2016 ed il 30 dicembre 2016:

BOND55,00%
Europei Breve Termine5,00%-0,0200%
Europei Medio Termine5,00%0,1400%
Europei Lungo Termine15,00%-4,7000%
Paesi Emergenti10,00%1,1200%
Paesi Emergenti in valuta locale10,00%-0,8600%
Extra-Europei Paesi Sviluppati5,00%-1,5600%
Societari Investment Grade20,00%-0,2400%
Societari High Yield20,00%6,0700%
Inflation Linked10,00%-0,7000%
Totale Bond100,00%0,3450%
AZIONARIO30,00%
Paesi Sviluppati90,00%
HealthCare15,00%1,0500%
Lusso15,00%9,2600%
Auto5,00%8,7400%
Bancari/Assicurativi15,00%21,9500%
Energetici10,00%14,6500%
Tecnologici15,00%8,1500%
Servizi5,00%3,3900%
Infrastrutture5,00%1,6100%
Comunicazioni2,50%5,0500%
Industria2,50%8,9500%
Agricoltura5,00%13,9300%
Altro5,00%4,9200%
Totale Azionari Paesi Sviluppati100,00%9,5060%
Paesi Emergenti10,00%1,4300%
Totale Azionari100,00%8,6984%
COMMODITIES5,00%
Metalli Preziosi30,00%-6,9100%
Metalli30,00%13,7500%
Prodotti Agricoli5,00%4,4300%
Bestiame5,00%27,4400%
Energia10,00%8,8800%
Altro20,00%9,2800%
Totale Commodities100,00%6,3895%
IMMOBILIARI2,50%0,1500%
REVERSE2,50%
Obbligazionario30,00%2,4900%
Azionario50,00%22,9700%
Materie Prime20,00%2,2800%
Totale Reverse100,00%12,6880%
LIQUIDITA’5,00% 
TOTALE100,00%3,4397%

Per ulteriori dettagli contattaci o se vuoi suggerirmi un tuo portafoglio scrivici cliccando qui.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.