Manovra 2020

Manovra 2020 al via!

Manovra 2020 ai nastri di partenza.

La Legge di Bilancio 2020 è stata approvata.

La Manovra 2020 firmata dal ministro Gualtieri, rappresenta il provvedimento principe del Governo italiano giallo rosso, riflette un’impostazione molto di sinistra.

L’entità della manovra cuberà 32 miliardi di euro.

Vediamo in dettaglio come verranno finanziati questi 32 miliardi di spesa:

16 miliardi saranno finanziati in deficit, emettendo nuovi titoli di stato, andando quindi ad incrementare il debito pubblico italiano.

3 miliardi dovrebbero derivare dalla lotta all’evasione fiscale.

Un miliardo di prelievo fiscale.

I restanti 12 miliardi è rimandato al futuro… con l’introduzione di nuove tasse su prodotti di consumo (e.g. tassa sullo zucchero e sulla plastica), nonchè ulteriori accise sulla benzina (nel 2021, nel 2023 e nel 2025).

Queste nuove tasse della manovra 2020, a differenza del passato, si ripercuoteranno direttamente sul consumatore, incrementando l’inflazione.

Dall’altro lato le spese nella manovra 2020 serviranno per le seguenti iniziative:

  • sterilizzazione delle clausole di salvaguardia sull’Iva per il 2020;
  • incentivi per l’uso delle carte di credito;
  • riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori;
  • eliminazione del superticket sanitario, in aggiunta al normale costo del ticket;
  • proroga di Reddito di Cittadinanza e di Quota 100;
  • fondi per la riduzione delle emissioni gas a effetto serra, la riqualificazione urbana e il miglioramento delle strutture pubbliche esistenti;
  • bonus e agevolazioni per ristrutturazioni edilizie, famiglie e disabili;
  • rilancio del Sud Italia.

Si evince che le iniziative per stimolare la crescita sono irrisorie e generiche, pertanto si configura come una manovra prevalentemente assistenziale.

Ulteriori approfondimenti dell’autore sul tema sono disponibili al seguente link cliccando qui.


Per ulteriori dettagli contattaci cliccando qui.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo. Può essere modificato in qualsiasi momento. NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

 438 total views,  1 views today