Italia

Italia alla riscossa

In Italia i sintomi della ripresa si fanno sentire.

 

Oggi  il capo economista per l’Europa di S&P Global, Jean-Michel Six, ha illustrato le prospettive macro-economiche di S&P. Ha colto l’occasione per evidenziare che il PIL dell’Italia non ha raggiunto i livelli pre-crisi. D’altronde ha sottolineato i segni della ripresa, in continuità al giudizio di S&P sul rating.

Italia

Italia estratto da sintesi economica Gennaio 2018 Banca d’Italia

La figura estratta da una sintesi sull’economia italiana elaborata dalla Banca d’Italia, mostra come la ripresa del PIL in questi anni, ha viaggiato di pari passo con la ripresa dei consumi delle famiglie.

Le esportazioni hanno dato la vera spinta all’economia italiana.

Gli investimenti seppur in ripresa rispetto al passato sono diminuiti. Questo anche per via delle difficoltà di accesso al credito da parte delle aziende. La lezione degli NPL ha pesantemente ridimensionato i prestiti. Questo rappresenta un elemento di allerta perchè gli investimenti rappresentano il contributo al PIL del futuro. Pertanto una loro assenza potrebbe rappresentare una minaccia.

Anche l’occupazione ha mostrato flebili segni di ripresa, seppur ancora al di sotto della media europea.

Il settore immobiliare non vede crescere i prezzi a fronte di un aumento delle vendite.

Il dato sull’inflazione mostra segnali di ripresa, con previsioni sul 1,5%. Le previsioni suppongono che venga confermato l’attuale scenario politico orientato alle riforme.

Al link che segue su Wall Street Italia è disponibile un approfondimento.


 

Per ulteriori dettagli contattaci cliccando qui.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo. Può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.