Spagna

Fitch: avanti Spagna

La Spagna incassa la promozione da Fitch.

La ripresa spagnola fa scuola in Europa dopo i recenti upgrade su Italia e Portogallo da parte di S&P.

Il rating sul credito di lungo periodo della Spagna passa da BBB+ ad A. E’ la prima volta dal 2012. La Spagna beneficia “di una riduzione degli squilibri macroeconomici sostenuta da una ripresa solida e relativamente ampia”. Confermato l’outlook stabile.

Nessuna sorpresa per la crisi catalana.

Il 23 marzo ci sarà il verdetto di S&P che è fermo a BBB+.

La Spagna ha vissuto la crisi alla stregua dell’Italia e del Portogallo anche se con un rapporto debito/PIL nettamente meno pesante. Oggi risulta in testa nel gruppetto.

I numeri della Spagna rispetto a quelli dell’Italia:

  • rapporto deficit/PIL: Spagna -4,5%, Italia -2,5%
  • produzione industriale al 4,6% contro il 2,2%;
  • rapporto debito/PIL al 99,8% contro il 134,7%;
  • vendite al dettaglio al 2,9% contro l’1,9%;
  • tasso di disoccupazione all’16,7% contro l’11%;
  • PIL al 3,1% contro l’1,7%.

Dai dati si evince l’approccio differente alla crisi da parte della Spagna rispetto all’Italia.

E’ evidente il mancato rispetto del vincolo del rapporto deficit/PIL imposto dalla UE al -3%.

Questo implica una maggiore spesa da parte dello Stato per finanziare l’economia ed in effetti, fatto salvo il tasso di disoccupazione elevato, gli altri indicatori macroeconomici sono notevoli.

Ma questo è stato possibile anche in virtù del minore debito alla base dell’economia della Spagna.

Produzione industriale, PIL e vendite al dettaglio che rappresentano la parte viva dell’economia, fanno segnare dati con valori doppi rispetto a quelli dell’Italia.

Lo spread della Spagna fa segnare 80 punti di differenza rispetto all’omologo decennale tedesco. Quello italiano si aggira tra i 130 ed i 140 punti con picchi a 150.

E’ legittimo interrogarsi se l’austerity rigidamente applicata all’Italia possa essere la causa della debole ripresa dell’Italia, cenerentola d’Europa.

Ulteriori approfondimenti sul tema dello stesso autore sono disponibili al link della seguente testata: Wall Street Italia.


 

Per ulteriori dettagli contattaci cliccando qui.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo. Può essere modificato in qualsiasi momento. NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

 843 total views,  1 views today