agricoltura biologica EXPO

EXPO 2015 e l’economia italiana

Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” motto della manifestazione EXPO 2015 dedicata al cibo.

Un'occasione di riflessione sull’industria agroalimentare e su come creare valore lungo tutta la filiera, dal produttore al consumatore.

L’Italia ha ideato soluzioni originali per valorizzare i propri prodotti nel quadro del Made in Italy per competere a livello mondiale puntando sulla qualità, sulla ricerca e sulla tutela del marchio, EXPO deve essere una vetrina per il lavoro fatto.

Durante questo periodo di crisi l’EXPO può essere un’occasione di ripresa per l’economia italiana.

Anche il settore del cibo che è un settore tradizionale può offrire molte occasioni di innovazione che potrebbero nascere dalle nuove tendenze, ad esempio il biologico.

Negli ultimi 10 anni, dal 2005 al 2014, il valore dei prodotti alimentari a marchio bio in Italia è cresciuto del 220%, indi il boom del biologico.

Il dato è ancora più incoraggiante se si pensa che le vendite di prodotti hanno subito una contrazione.

Pertanto un mercato di questa portata necessita anche di interventi legislativi atualmente in fase di maturazione, come ad esempio l’Unione Europea che per regolamentare il mercato biologico nel 2007 ha approvato il Regolamento 834/07: l’UE ha stabilito una definizione dei metodi di produzione e reso obbligatoria la certificazione dei prodotti presso uno degli organismi di controllo privati. Un prodotto per essere biologico deve essere coltivato su terreni lontani da fonti di contaminazione, come fabbriche ed autostrade, senza l’utilizzo di prodotti chimici di sintesi come fertilizzanti, diserbanti e insetticidi. Nel caso dei prodotti di origine animale, deve provenire da bestiame nutrito con mangime non trattato chimicamente, senza l’uso di antibiotici, ormoni o altri stimolanti della crescita.

Al fine di tutelare dalle frodi è nata Data Bio, una banca dati europea che si propone di fornire ai consumatori e agli addetti ai lavori informazioni sicure sulla tracciabilità dei prodotti bio e delle produzioni agroalimentari.

Proteggere un settore che è diventato un traino dell’agricoltura italiana è un imperativo che non ci possiamo permettere il lusso di ignorare!

Cogliamo l’occasione dell’Expo per diffondere queste informazioni ed esportarle nel mondo insieme ai prodotti italiani

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi continuare a sostenere questo blog puoi fare una donazione simbolica di un centesimo con PayPal cliccando sul link che segue:

[wpecpp name=”Donate” price=”0.01″ align=”center”]