Non percepisco lo stipendio. Che faccio?

Share:
Condividi

Egregio Avvocato,

Le scrivo per avere delucidazioni in merito ad una situazione lavorativa che attualmente sto affrontando, e per chiederLe come sia più giusto comportarmi sia nel rispetto dei miei diritti sia nel rispetto dell’azienda per la quale lavoro. Sono un giovane architetto trasferitosi in Piemonte, a 800 km di distanza casa mia, dal mese di giugno 2012; ho un contratto di lavoro a tempo determinato come impiegata tecnica, IV liv di retribuzione. Ad oggi, il mio datore di lavoro NON paga lo stipendio a me come alla mia collega dal mese di ottobre scorso: sono due mesi che io NON percepisco lo stipendio. Tra l’altro i pagamenti precedenti sono avvenuti spesso – non sempre, ma spesso – in ritardo: due settimane, però, si possono anche aspettare con un pò di pazienza e tanta buona volontà, due mesi invece stanno diventando una situazione insostenibile soprattutto perchè io mi trovo lontana da casa e vivo da sola e mi tocca pagare affitto e bollette (che per fortuna sono ancora contenute) e quant’altro mi serve per (soprav)vivere con soldi NON percepiti dal lavoro che continuo a svolgere quotidianamente bensì con soldi messi da parte in precedenza da mio padre. Non trovo giusto tutto questo. Vorrei anche aggiungere che non ho avuto alcun aiuto economico durante il mio trasferimento in Piemonte: certo non so se ne io ne avessi diritto, ma ho sostenuto delle spese notevoli che ancora ad oggi, tra stipendi ritardati e non pagati, non sono riuscita a recuperare.

Come dovrei comportarmi adesso?

La ringrazio per quanto vorrà consigliarmi.

Cordiali saluti.

 

Salve,

ha tre strade: attendere i pagamenti, ricorrere al giudice del lavoro per chiedere un decreto ingiuntivo oppure dimettersi per giusta causa, addebitando al datore di lavoro l’indennità sostitutiva del preavviso.

In quest’ultimo caso, Le consiglio di attendere il mancato pagamento della terza retribuzione, perché solo due, per la Cassazione, potrebbero non essere sufficienti.

Nel caso in cui, invece, decidesse di ricorrere, in costanza di rapporto, al giudice del lavoro per ottenere un decreto ingiuntivo, valuti bene il clima che poi potrebbe instaurarsi nel luogo di lavoro.

2 thoughts on “Non percepisco lo stipendio. Che faccio?

  1. Good post however , I was wondering if you could write a litte more on this subject? I’d be very thankful if you could elaborate a little bit more. Appreciate it!

  2. Nello il said:

    Egregio Avvocato.
    Anche io come l’architetto nel post non percepisco lo stipendio, ma ahimè da 5 mesi (ottobre, novembre, dicembre con tredicesima, gennaio). Ho un contratto a tempo indeterminato firmato nel giugno del 2012.
    Per ora demotivato dalla forte crisi e la scarsissima richiesta del mercato (sono un grafico pubblicitario) non me la sento di licenziarmi. Nel caso si presentasse un’opportunità di lavoro, se volessi usufruire dell’indennità sostitutiva del preavviso, rischio di perdere le mensilità di lavoro arretrato? (Comprensive di ferie arretrate, TFR, ecc.)?
    Grazie.